Tre Stelle sono poche! D'accordo?

 

 


venerdì 11 novembre 2011

I Tesori di Spello

spello1
S
pello è uno dei borghi più belli d’Italia, situato al centro dell’Umbria.
Di origini romaniche, ebbe il periodo più buio nel 1200 quando Federico II la rade al suolo, perché feudo del papato; mentre ha una rinascita nel periodo rinascimentale italiano, quando si arricchisce delle opere pittoriche del Perugino e del Pinturicchio.
Si entra a Spello dalla Porta Consolare, affiancata da una torre medievale e sormontata da alcune statue di epoca repubblicana rinvenute nei dintorni della cittadina. All'interno della cinta di mura si trovano numerose chiese, come la Chiesa di Santa Maria Maggiore, anteriore al XI secolo ma ristrutturata e ampliata nei secoli seguenti. Questa contiene al suo interno la Cappella Baglioni, affrescata dal Pinturicchio nel 1500: le pareti presentano le immagini dell'Annunciazione, della Natività, della Disputa nel Tempio, mentre nelle vele della crociera compaiono le figure di quattro Sibille; a destra, nella cornice architettonica dipinta, si trova l'autoritratto del Pittore. Troviamo poi la chiesa romanica di Sant'Andrea e nella piazza principale la Chiesa di San Filippo, che è sovrapposta alla più antica Chiesa di San Rufino. Degna di nota è Porta Venere, a tre fornici, affiancata da due torri dodecagonali, dette Torri di Properzio. Uscendo dalla porta si giunge all'Anfiteatro Romano, del I secolo d.C. e la chiesa romanica di S. Claudio.
In primo piano il prodotto più importante prodotto dal borgo è l’olio extravergine d’oliva, tra i più pregiati d’Italia grazie alle sue qualità organolettiche.
Eccellenti il tartufo nero raccolto nei boschi della zona, il miele millefiori, i vini Grechetto, Merlot e Sangiovese ricavati da uve selezionate.
spello2
Non meno importante della più famosa Infiorata di Genzano, tra i Castelli Romani, sono le Infiorate di Spello realizzate in occasione della festività del Corpus Domini: composizioni floreali rappresentanti figurazioni e motivi ornamentali liturgici.
spello3
La preparazione inizia settimane prima ma, nell’arco di una notte, vengono completate con i fiori freschi. Usando solo fiori ed erbe profumate si ottengono figure e motivi ornamentali dai colori smaglianti e dalle sfumature raffinate. Tre giorni di eventi preparano alla magica “notte dei fiori” (tra sabato e domenica). Poi la mattina successiva le migliaia di visitatori presenti vengono completamente coinvolti nel tripudio di colori, profumi ed emozioni che promana dal lungo tappeto di quadri floreali che si snoda per circa 2 km per le vie medioevali del borgo.
Un’altra caratteristica importante del borgo è l’artigianato. Un’antica arte tramandataci delle nostre nonne è quella dei lavori a maglia: il tombolo, il macramè, l’uncinetto, il ricamo. Le nostre nonne erano solite preparare i corredi di matrimonio, i corredi di nascita dei bambini, usando strumenti come i ferri da maglia, gli uncinetti e gli aghi da ricamo. Nascevano delle vere e proprie opere d’arte. Ci sono pezzi di un antico artigianato conservati ancora come un’eredità preziosa.
L’antica arte dei manufatti è tornata come moda, come hobby e sono nate scuole per insegnare alle giovani ragazze queste arti per costruire anche pezzi di arredo ed accessori. Nel centro storico di Spello sorge un laboratorio artigiano che utilizza l’uncinetto ed il macramè per creare abbigliamento ed accessori: La Bottega degli Intrecci. E sono dei veri e proprio intrecci d’arte quelli che la Signora Paola Tacconi mette in opera e vende nella sua “bottega”. I manufatti vanno dall’abbigliamento, cappellini, vestiti, mantelline; gli arredi, asciugamani, biancheria; agli accessori, borse, zainetti.
    spello4                   spello6
Parure complete con intrecci di corda, pietre e perline, così nascono dei gioielli fatti di materiali poveri, ma preziosi per l’arte impiegata nel confezionarli. E’ possibile visitare anche il sito internet www.bottegaintrecci.com, molto semplice stilisticamente ma affascinante da visitare, come entrando nel negozio e guardando in giro i vai manufatti.
blanche_revenant  © Riproduzione riservata



INFORMAZIONI SULL'AUTORE DEL POST

barbaraBlanche_Revenant rappresenta due fantasmi, protagonisti del libro “Il volo dell'occasione” di Filippo Tuena. Dietro questo pseudonimo si nasconde Barbara, una donna dal viso d’angelo originaria di Foggia.
Ma non fatevi ingannare perchè, realmente, è una  gran rompigliona. I suoi professori, al suo ultimo anno di diploma in ragioneria, la soprannominarono “Capobanda” perché si era asserragliata nell'istituto insieme agli altri studenti nella sua scuola, per oltre un mese.
Oggi sul web, dove scrive talvolta anche cose intelligenti, potrebbe essere soprannominata come una novella Agit-Prop (Agitatore-Propagandista) per l’impegno che mette nel sostenere cause perse, ma, grazie a questo impegno, riesce ad accattivarsi la simpatia di chi la segue in quello che scrive.
Il celebre aforisma di Bloch è il suo cavallo di battaglia:“Non discutere mai con un cretino. La gente potrebbe non notare la differenza.



Reazioni:

15 Commenti:

Ok, Barbara....Le prossime vacanze si faranno a Spello:-)))

sperando che non  ...spellino con i prezzi ...e da genovese lo ricordo spesso, chissà perchè :-)

Cristina ti assicuro che l'Umbria non è affatto "cara". Inoltre essendo una piccola regione è facile da visitare. Pur essendo ricca di luoghi da vedere e bellezze da scoprire. Spello è veramente una perla. Ma ti consiglio anche Montefalco che ha delle chiese di una bellezza architettonica senza pari.

Sono stato in Umbria già due volte.
Mi piace perchè, come spesso capita in Italia, in pochi km di  territorio è possibile vedere tantissime cose interessanti e poi...cosa non da poco, si mangia benissimo.

Bellissima la descrizione.
Spello, dalle foto che ho trovato sul web,  

vabbè, il commento è andato buco, ma riprovo....

Bellissima la descrizione, ma dalle immagini che ho trovato sul web, Spello assomiglia molto al luogo dove ho soggiornato durante un viaggio: Città della Pieve.

Stessa Provincia, entrambe collocate su un colle, entrambe con la tradizione dell'Infiorata.

Spello vanta il Pinturicchio? Città della Pieve il Perigino!

Ma se Spello è famosa per l'olio d'oliva, Città della Pieve è la capitale dello zafferano.

Considerando che entrambe le cittadine si trovano suppergiù a metà strada, proporrei di candidarle, quale luogo d'incontro, seduti davanti ad un fumante e profumato risotto: allo zafferano, per l'appunto!

provare per credere...

Comincio a cercare i bad and breakfast :-)

Comincia a cercare i bed candle-lit dinner slowly : odio mangiare in fretta!
... scattata, come la precedente, il 17 luglio 2009

This artіcle ωill help the internеt ѵiеwers for creating
nеw weblog or eѵen a blоg fгom start to end.



Alѕo visit my web-site; how to buy and sell cars for money

Нeуa і'm for the first time here. I found this board and I find It truly useful & it helped me out a lot. I hope to give something back and help others like you aided me.

Feel free to visit my webpage ... seo company dallas tx

Τhanks for ones marvеlous poѕting!
I definitely enjoyed rеading іt, yοu are a gгeat author.
I will be surе to bοoκmаrk уour blog and
definitelу will come baсk lateг on. I want to encourage continue уour great posts, have a nice weekenԁ!


Also visit my homeρаge :: how to buy and sell cars for profit

Τhanks for ones marvelous postіng! I defіnіtelу enjοyeԁ reading it,
you are a great author.I will be suгe to bookmark your blog and ԁеfinitelу will come bаck later on.
I ωant to encouragе сontinue yоur gгeat
posts, have a nice weekend!

Нere is my weblоg :: how to buy and sell cars for profit

I really like reading an article that will make men and women think.
Also, thank you for allowing me to comment!

Here is my site :: webcam porno

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Share

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More