Tre Stelle sono poche! D'accordo?

 

 


martedì 20 marzo 2012

Un mese…


lotta_al_fumo1_800_800

dopo 32 anni di tabagismo.


XXX - Avresti il coraggio di pubblicarlo?  - 

Ross -  Certo che si, perchè non dovrei?  - 

XXX -Non temi il rischio di ricadute, il rischio di un fallimento? -

Ross -  No. Assolutamente no. Non fumerò mai più sigarette in vita mia. Comunque vai su Calamaio - 

XXX – Apperò!  l’hai pubblicata - 

Ross - Non te lo aspettavi? - 

XXX – No! - 

Ross - L'unica cosa che non voglio si sappia pubblicamente è “il perchè ho smesso”. Lo lascio agli amici. Quelli che lo hanno capito al volo senza che lo dicessi e quelli a cui sono  io che l'ho detto. - 

XXX - Io al tuo posto lo scriverei - 

Ross – No. Non mi interessa, anzi a dire il vero non voglio più pubblicare cose personali, come facevo un tempo del resto. Nessuno sapeva nulla di me.
Poi, quando le circostanze mi hanno indotto a svelarmi, sia pure in modo limitato, mi sono sentita violata. Ci sono due cose che non sopporto vengano messe in discussione, la mia libertà ed il mio intimo. Non lo sopporto. Questo mettersi in piazza perchè la gente ti consideri normale, “umana”, vera, senza maschere.
Non mi interessa. Non mi interessano loro, questi individui che mi scrutano, queste persone che si fanno idee del cavolo, che inventano film, che confondono la vita con il blog.
Ti considerano persa o distrutta o sconfitta perchè non ti vedono scrivere.
Ed invece io voglio l’oblio. Voglio chiuderla con questa gentaglia. Non mi serve un blog per raccontarmi o, come mi ha scritto qualcuno, “per fare proclami”. Quando riprenderò a scrivere, scriverò di attualità, giammai di me stessa.
Non ci saranno commenti all’inizio. Lo so. Ma non mi interessa.
Col tempo commenterà chi, capitando casualmente sul blog troverà interessante ciò che scrivo.
Ma niente rapporti personali, niente spirito comunitario, niente pseudo amicizia virtuale. Del resto essere antipatica mi riesce benissimo! - 


XXX – Niente spirito comunitario…tu che per anni hai incarnato lo spirito di community… -

Ross – L’ho già detto, l’ho scritto e non mi stancherò di ripeterlo. Il bilancio è in perdita, estremamente in perdita e non parlo di community, di portali, di ruoli o di  stronzate varie. Parlo di persone, le persone che ho conosciuto in questi anni attraverso il web. A cominciare dalla prima nella quale ho creduto ed investito affettivamente e che sembra si faccia viva solo con lo scopo di farti del male, sino all’ultima o ultimo deficiente che ti sbatte in un post perchè gli è andato storto qualcosa, mentre tu sei altrove a farti i cavoli tuoi.
Allora basta, preferisco che tutti si dimentichino di me nel web e quando tornerò a scrivere coltiverò nuove interazioni rimanendo assolutamente in superficie.
Non voglio più rapporti con queste persone. Per non parlare della massa di smidollati, dei paranoici, dei guardoni, e chi più ne ha più ne metta. Sto bene così. Con le persone della vita reale e con i pochi, i pochissimi del web con i quali ho deciso di non chiudere. - 

XXX – Allora lascia pure che gli altri si facciano i loro film  e tu ne riderai

Ross – Se li faranno. Ma io non provo solo commiserazione. Io per alcuni provo disgusto. Mi disgusta la cattiveria, la malignità, l’invidia, questo bisogno continuo di schiacciare gli altri per sopperire alla propria realtà di formiche.
Mi disgustano le banderuole. Quelli che sino a ieri ti ponevano su di un  piedistallo ed al primo dissidio dicono peste e corna di te.  Offendono se stessi non me!
Mi disgustano le persone incapaci di assumere e mantenere una posizione e più di tutti mi disgustano i disonesti.
Qualche giorno fa sono tornata a leggere quel blog, quello dal quale è partito tutto.
E’ disgustoso, davvero DISGUSTOSO che per l’incapacità di riconoscere l’eccesso di rigore di un proprio collaboratore si sia offerta la mano a certi delinquenti. - 

XXX – Pensi che chi lo ha fatto abbia la capacità di rendersene conto? - 

Ross – SI. Ma se proprio non dovesse riuscirci da sola lo scrivo chiaramente: ciò che deve pesarle di più, oggi o domani, non sono gli errori, ma il mio disprezzo.
Ed è un  disprezzo per la persona.


INFORMAZIONI SULL'AUTORE DEL BLOG


Rossredazione_blog ha esordito nel 2006 su Libero dove ha gestito Blog Penna Calamaio sino a Settembre del 2011 dando vita ad un blog, prima collettivo, poi personale i cui post sono qui consultabili nella categoria "Primo Blog".
Digita da Bari dove è nata e "cresciuta", sia pure il minimo indispensabile, ovvero poco a ridosso del metro e 60, tuttavia per le "mete" più elevate si è attrezzata sin dalla giovane età con tacchi modello "trampoli" ed all'occorrenza con lanci di oggetti contundenti. Si è auto-convinta da oltre un decennio di avere 32 anni ed è un'accanita smanettona di codici html dei quali non capisce oggettivamente una mazza, sicchè ove il suo blog presenti problemi di visualizzazione, evitate di
….. [ continua ]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Share

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More