Tre Stelle sono poche! D'accordo?

 

 


venerdì 25 gennaio 2013

Smanettoni si nasce non si diventa

E
bbene si, smanettare è un’indole prima ancora che una capacità, è quella tendenza a voler fare da soli,  a superare i limiti ed a vincere le difficoltà, che si manifesta in ogni circostanza della vita non solo nell’uso degli strumenti tecnologici.
Io sono fatta così, io sono una smanettona dentro se è vero che tento di fare da sola di fronte ad un elettrodomestico rotto come di fronte ad un problema informatico.
Certo, mi aiuta San Google, ma è l’atteggiamento dinanzi al problema che fa la differenza, non lo strumento per risolverlo.
Del resto è così che sono diventata “redazione_blog” quando ero su Libero, no?
Tutti chiedevano a me non perchè ne sapessi più di loro ma perchè gira e rigira io avrei trovato la soluzione, sino al punto estremo di crackare il portale :-D ove fosse stato necessario.
Ancora oggi, ci sono cose che ho fatto aggirando il blocco dei codici esistenti sui blog di Libero che non ho mai diffuso, pur informandone il portale. Ma le ho fatte!

La maggior parte degli utenti internet invece vuole la pappa pronta, chiede aiuto o consiglio ad altri. Comportamento legittimo, per carità, ma lo smanettone no, lo smanettone gira sui forum, traduce le pagine in inglese fa tentativi e tentativi, non ci dorme la notte sino a quando non risolve il problema ed è quel lambiccarsi il cervello, quel tentare e ritentare che dà allo smanettone la massima soddisfazione.

Così accade che io riprenda l’uso del blog dopo un anno, su di una piattaforma che ancora non avevo imparato a conoscere bene, con un blog residente su un dominio personalizzato esterno e reindirizzato sui server di google e cominci ad aver problemi. Però mi accorgo da sola che pur non ricordando una mazza,  il mio cervello lavora ed il mio linguaggio dimostra che davvero,  se impari ad andare in bicicletta una volta, non dimenticherai più come farlo. Il blog è qui solo abbozzato, col template imperfetto ancora da completare, con gli embrioni di ciò che avevo in mente di fare e, per portare a termine l’impresa, non senza caricare qui nel mio dominio il vecchio blog, devo, l’ho già detto, ritrovare la strada maestra del bloggare.
Ma qui non funziona un tubo, è scritto nel post precedente.
Che fare?
Rivolgersi all’assistenza dice il Theo.
OK, ragazzo, l’ho fatto, l’immagine qui sotto mi è testimone, come mi è testimone che ancora non è apparsa risposta.

screen01 Jan. 25 13.45
Ma io sto postando col mio Windows Live Writer e più tardi farò un tentativo con l’App mobile di Blogger per Android.
Ho dunque risolto l’arcano e lo spiego, a beneficio di altri.
Ad Ottobre 2011 avevo attivato la protezione dell’account google con la cd. doppia verifica (password più invio di un codice tramite sms ad ogni accesso).
Purtroppo Google talvolta fa le pentole ma non i coperchi: alcune applicazioni mobili o da desktop non sono ancora compatibili con la doppia verifica (assurdo che non lo sia la App mobile di Blogger per Android!), ergo, le applicazioni in questione non riescono ad accedere all’account.
Soluzione?
Disattivare la doppia verifica o dotarsi di codici specifici di sicurezza per le Applicazioni che non funzionano.

Smanettoni si nasce, non si diventa…ed io modestamente lo nacqui!


INFORMAZIONI SULL'AUTORE DEL BLOG
Rossredazione_blog ha esordito nel 2006 su Libero dove ha gestito Blog Penna Calamaio sino a Settembre del 2011 dando vita ad un blog, prima collettivo, poi personale i cui post sono qui consultabili nella categoria "Primo Blog". Digita da Bari dove è nata e "cresciuta", sia pure il minimo indispensabile, ovvero poco a ridosso del metro e 60, tuttavia per le "mete" più elevate si è attrezzata sin dalla giovane età con tacchi modello "trampoli" ed all'occorrenza con lanci di oggetti contundenti. Si è auto-convinta da oltre un decennio di avere 32 anni ed è un'accanita smanettona di codici html dei quali non capisce oggettivamente una mazza, sicchè ove il suo blog presenti problemi di visualizzazione, evitate di ….. [ continua ]

giovedì 24 gennaio 2013

Posto 2 - La vendetta del coso...


I
n verità si era detto che dovessi postare ogni giorno qualunque pensiero passava per la mente, allo scopo di ritrovare più in fretta la strada maestra del blog.
Purtroppo però quei signori e quelle signore lì che frequento su Facebook, mi distolgono dai buoni propositi inducendomi a scrivere le mie fetenzie in guisa di “aggiornamenti di stato”. Ecco dunque i motivi del ritardo nell’inserire questo secondo “pseudo post”.
Sempre loro, quei signori lì coi quali talvolta mi attardo nottetempo a discorrere in tranquillo e religioso cazzeggio, hanno avuto la malaugurata idea di affrontare in forma pubblica le vituperate questioni di “Liberoland”,  col risultato di attrarre nei nostri luoghi, gli inqualificabili soggetti dei quali avevamo solo triste memoria e che a quanto pare animano ancora quelle terre virtuali così sabbiose e maleodoranti. 
Così  io,  che avevo in cantiere l'idea di scrollarmi un pò di pesi dallo stomaco attraverso vari post intitolati “Caro A”, Caro B”, “Caro C”, Cari tutti”, ho realizzato immediatamente di quanto insana e deleteria, oltre che suicida, fosse quell’idea di partire dal passato per cominciare a costruire il futuro.
La massima conseguente a questa saggia e salutare riflessione è stata che:

“In verità sui nostri nuovi blog non ci caga nessuno. Ma la novità è che a noi non ce ne frega una mazza (per la serie anche i blogger crescono e vincono l'addiction)”.

Ora, si dà il caso che qualcuno di quei Signori lì coi quali m' intrattengo nottetempo, abbia rammentato a questa blogger a corto di allenamento, che per scrivere un post qui su blogger, noi, si utilizzava un editor di blog, tale – Windows Live – lo ha chiamato l’amico!

Per dare l’idea del livello di estraneazione/alienazione dal mondo dei blog che la scrivente ha raggiunto in questi mesi, preciso che ho cercato disperatamente questo Windows Live all’interno del mio pc, scoprendo che me ne spuntavano di vari tipi: c’erano dei windos live per editare video,  dei windows live per chattare, dei windows live per scrivere mail ma assolutamente non ricordavo come diavolo si chiamasse quell’editor di blog citato dal mio amico. Dopo aver consultato inutilmente la conversazione via chat ed aver verificato con immensa delusione che l’amico, quel coso lì lo aveva chiamato proprio “Windows Live” in forma evidentemente abbreviata e dando per scontato che io “ecchecavolo”, sapessi “dicosadiavolo” stesse parlando, mi sono rassegnata a cercare il nome del "coso"  informatico utilizzando San Google.
Ed ora eccomi qui a digitare queste mega stronzate proprio su  Windos Live Writer ( E si! Al nome completo mancava il writer!) per ricordarmi come si usa.
Rammento vagamente che avevo creato una formattazione ad hoc per il post e che l’avevo salvata da qualche parte e rammento altresì che c’era qualcosa di particolare che facevo quando inserivo le immagini. Per cui non mi resta che provare, partendo proprio dalla massima di cui sopra:



E che il protettore dei blogger, ove ne esista uno, me la mandi buona!
Vediamo ora cosa verrà fuori strucando el boton dove c’è scritto “pubblica”.

P.S. Cliccato il tasto pubblica il coso di Windows Live Writer si è rifiutato di riconoscere il mio nome utente e la mia password (stronzo) per cui ho postato semplicemente utilizzando l'editor del blog che non mi consente di formattare le immagini come nell'impostazione che avevo dato agli altri post.
In compenso ho trovato il codice del capolettera che inserivo all'inizio del post ed il codice del box autore che inserivo alla fine dello stesso. 
La strada maestra è lunga da trovare eh..ma io mi sento Pollicino!

INFORMAZIONI SULL'AUTORE DEL BLOG
Rossredazione_blog ha esordito nel 2006 su Libero dove ha gestito Blog Penna Calamaio sino a Settembre del 2011 dando vita ad un blog, prima collettivo, poi personale i cui post sono qui consultabili nella categoria "Primo Blog". Digita da Bari dove è nata e "cresciuta", sia pure il minimo indispensabile, ovvero poco a ridosso del metro e 60, tuttavia per le "mete" più elevate si è attrezzata sin dalla giovane età con tacchi modello "trampoli" ed all'occorrenza con lanci di oggetti contundenti. Si è auto-convinta da oltre un decennio di avere 32 anni ed è un'accanita smanettona di codici html dei quali non capisce oggettivamente una mazza, sicchè ove il suo blog presenti problemi di visualizzazione, evitate di ….. [ continua ]

CHI SONO

R
Ross[6]edazione_blog ha esordito nel 2006 su Libero  dove ha gestito  Blog Penna Calamaio sino a Settembre del 2011 dando vita ad un blog, prima collettivo, poi personale i cui post sono qui consultabili nella categoria "Primo Blog". Digita da Bari dove è nata e "cresciuta", sia pure il minimo indispensabile, ovvero poco a ridosso del metro e 60, tuttavia  per le "mete" più elevate  si è attrezzata  sin dalla giovane età con tacchi modello "trampoli" ed all'occorrenza con lanci di oggetti contundenti. Si è auto-convinta da oltre un decennio di avere  32 anni ed è un'accanita smanettona di codici html dei quali non capisce oggettivamente una mazza, sicchè ove il suo blog presenti problemi di visualizzazione, evitate di chiamare imbufaliti il vostro Internet Service Provider  e rassegnatevi al fatto che lei abbia combinato uno dei suoi soliti casini.  Ama andare a caccia di cervelli, unici oggetti del desiderio dei quali s'innamora perdutamente, ma non disdegna bell' imbusti dai fisici scolpiti a condizione che non accampino pretese da esseri pensanti. Odia i pettegolezzi e chi li fa, alza muri invalicabili dinanzi a chiunque pecchi di discrezione nei suoi confronti, fugge alla velocità della luce se la si vuole ingabbiare e non tollera di bere caffè nelle tazzine bagnate. (bleah!) Sul web i più la conoscono come  - Ross - ma da chi reputa amico apprezza di essere chiamata col suo vero nome; chiunque però lo faccia senza appartenere alla "categoria", oltre a procurarle attacchi di dissenteria, asma, orticaria e rinite acuta, rischia seriamente di finire in lista nera. Le sue ultime parole diventate famose:
"No guarda, mi sa che non ci siamo capiti. Se io per gli utenti sono  - redazione_blog - è perchè  a QUESTI li ho sempre mandati a FNCL quando meritavano di esserci mandati, per cui sia chiaro che qui non c'è trippa per gatti!"
(Viserba Maggio 2011 redazione_blog a DgVoice al termine della riunione tra  blogger e  staff di Libero)
DICONO DI LEI:
"Per la verità di lei ne hanno dette di tutti i colori, che a riferirle tutte non basterebbe la scala cromatica comprensiva di tutte le possibili sintesi additive e sottrattive. Tuttavia, uno dei colori preponderanti sui quali si è a lungo discusso riguardo lei è il blu cobaldo, utilizzato come filtro del suo Avatar, per il quale i più la identificano con un puffo blu. Quando l'ho conosciuta ho finalmente capito che lei sia l'esatto contrario di una donna fredda ed insensibile, è anzi particolarmente sensibile ed avvezza a reagire ad ogni minima sollecitazione con inequivocabili: vfnc, caxxo, minkia, ed invocazioni accorate rivolte a tutti i Santi del calendario. Nonostante il suo punto di ebollizione sia piuttosto basso, la sua temperatura corporea orbita normalmente intorno ai 100° il che giustifica quelle decorative nuvolette di fumo che normalmente si propagano dalle sue narici ed il fatto che nei suoi documenti d'identità, alla voce "segni particolari" sia riportata la scritta: chi tocca muore!  "
"Effettivamente lei  -fuma- abbastanza, anzi ad essere precisi, lei fuma, fuma, fuma. Ogni tanto va a comprare le sigarette. Ma poi torna. Ed è questo il problema :) "
"Io non la conosco così bene da poterla descrivere o forse il vero problema è che non so dire le bugie. Però posso dire che come come "plugga" lei nessuno mai, anzi deve essere una tipa decisamente affidabile; una che usa il pc  come milioni di altre donne usano un frullatore non può non esserlo...;-) "
"Cosa dire di Ross? Da blogger potrei dire che Ross sta nel web come uno sceriffo sta in un villaggio del profondo west! Ha sempre un link in canna e il sole alle spalle! Giusta ma spietata, attenta e cortese ma un vero cavallo pazzo quando si tratta di farsi valere...anche se a volte, tra una masticata di tabacco e uno scandisk, ogni tanto...ne spara una di troppo! ^_^ "
"Ross è notoriamente allergica a poeti, poesie, romanticherie, sdolcinerie varie. I più dubitano sia umana e l' associano ad un avatar. Qualcuno dubita persino che quella blu dell'avatar sia la sua vera immagine, ma chi la conosce bene sostiene sia anche capace di (s)lanci umani. Da questo punto di vista potremmo dire che sia un'atleta provetta, per quanto, al tradizionale lancio del peso e del giavellotto preferisca il lancio del troll, il lancio del cellulare, il lancio delle scarpe ed ovviamente il lancio del disco (fisso). E' inguaribilmente pazza ed è diventata famosa (fra l'altro) per aver mostrato le tette in rete a tutto il circondario facendo registrare 8 ricoverati e centinaia di blogger in fuga successivamente dati per dispersi. "
"Tutto quello che si dice di lei è semplicemente irripetibile per questioni di pudore e di ordine pubblico. Io posso confermare che sia particolarmente affidabile nell'uso del pc ed a riprova del fatto che non capisco niente in materia e quindi ciò che dico non fa testo, rammento che non appena ha messo mani nel mio blog, sono scomparsi per sempre i commenti ed il fuso orario è diventato quello dell'isola perduta di Atlantide! Sembra una persona abbastanza tosta ma nel senso che...ten na' capa tost da far paura, inoltre ha una grande disponibilità all'ascolto, anche se per problemi di età gira con le protesi acustiche nelle orecchie e, nonostante l'amplificatore universale di cornette sente solo ciò che  le fa più comodo. "
"E' dissacrante, imprevedibile, unica nel suo modo di essere e di fare.  E' una donna moderna, come poche altre abbia conosciuto in vita mia, vera, leale, onesta, amica sul serio, ma non lei, bensì Mariangela che è un'altra persona. "
"redazione_blog? Sono esterrefatta e non commento oltre! " Conferencemaster

domenica 20 gennaio 2013

Posto

E poi ti arriva una notte insonne.
Non che sia la prima, per carità, eppure questa volta ti accorgi che la mente segue percorsi diversi e gli stessi pensieri prendono corpo con una modalità differente. Sto pensando come se stessi scrivendo un post, non c'è dubbio e non succedeva da tempo.
 Il caso vuole però che stranamente e proprio stanotte io non abbia un pc nei paraggi.   Meno che mai io mi ricordi la password del blog o come funzioni blogger, anzi, a dire il vero navigando via mobile ho faticato persino a ricordarmi l'indirizzo del blog.
Poco male, è il desiderio che conta, la novità che dopo un anno sia riemersa la voglia di scrivere come se si parlasse a qualcuno.
Ma scrivere cosa, riprendere come, riorganizzare in che termini, partire da dove?
In realtà penso che dovrei semplicemente postare a prescindere, ogni giorno qualcosa, due righe, buttare giù i pensieri quali essi siano, senza un ordine, un progetto, un filo conduttore o una "linea editoriale impressa al blog". Una volta al giorno o più volte al giorno. E' l'unico modo che ho di ricominciare, perchè porsi il problema del post, dei commenti, del template organizzato a metà, del vecchio blog da ricaricare su questo spazio equivale a non riprendere mai.
Nè voglio comunicarlo a qualcuno, linkare il post come qualsiasi blogger farebbe per consentire agli altri di leggerlo. Io non cerco questo. Non ancora almeno e se verrà, dovrà accadere pian piano, naturalmente, come ciò che si costruisce da sè e da sè prende forma. Lo scoprirà Theo, che tra gli orfani di redazione_blog è quello che ancora insiste perchè io riprenda a fare il blogger.
Devo provare a salvare da qualche parte queste quattro righe confuse ed impegnarmi a pubblicarle domani senza neanche rileggerle nè dare loro la forma del post. E' così che ho deciso di ricominciare. Senza forma, senza un progetto, senza argomento, senza lettori, senza neanche un perchè.
E sorrido pensando che quando Theo arriverà a lasciarmi un commento io non saprò neanche dove andare e come fare per pubblicarlo, perchè dovrebbe esserci in questo "coso" di nome blog un "coso" di nome plugin che gestisce i commenti, un "coso" di nome editor che formatta i post e vari ammenicoli tecnologici dei quali andavo pazza e di cui non ricordo più le password.
Pazienza, aspetterà ancora.

BLOG PENNA CAL... Posta Titolo del post. Pubblica Salva Anteprima Esci
Già...ci vuole un titolo del post.
Posto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Share

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More