Tre Stelle sono poche! D'accordo?

 

 


domenica 20 gennaio 2013

Posto

E poi ti arriva una notte insonne.
Non che sia la prima, per carità, eppure questa volta ti accorgi che la mente segue percorsi diversi e gli stessi pensieri prendono corpo con una modalità differente. Sto pensando come se stessi scrivendo un post, non c'è dubbio e non succedeva da tempo.
 Il caso vuole però che stranamente e proprio stanotte io non abbia un pc nei paraggi.   Meno che mai io mi ricordi la password del blog o come funzioni blogger, anzi, a dire il vero navigando via mobile ho faticato persino a ricordarmi l'indirizzo del blog.
Poco male, è il desiderio che conta, la novità che dopo un anno sia riemersa la voglia di scrivere come se si parlasse a qualcuno.
Ma scrivere cosa, riprendere come, riorganizzare in che termini, partire da dove?
In realtà penso che dovrei semplicemente postare a prescindere, ogni giorno qualcosa, due righe, buttare giù i pensieri quali essi siano, senza un ordine, un progetto, un filo conduttore o una "linea editoriale impressa al blog". Una volta al giorno o più volte al giorno. E' l'unico modo che ho di ricominciare, perchè porsi il problema del post, dei commenti, del template organizzato a metà, del vecchio blog da ricaricare su questo spazio equivale a non riprendere mai.
Nè voglio comunicarlo a qualcuno, linkare il post come qualsiasi blogger farebbe per consentire agli altri di leggerlo. Io non cerco questo. Non ancora almeno e se verrà, dovrà accadere pian piano, naturalmente, come ciò che si costruisce da sè e da sè prende forma. Lo scoprirà Theo, che tra gli orfani di redazione_blog è quello che ancora insiste perchè io riprenda a fare il blogger.
Devo provare a salvare da qualche parte queste quattro righe confuse ed impegnarmi a pubblicarle domani senza neanche rileggerle nè dare loro la forma del post. E' così che ho deciso di ricominciare. Senza forma, senza un progetto, senza argomento, senza lettori, senza neanche un perchè.
E sorrido pensando che quando Theo arriverà a lasciarmi un commento io non saprò neanche dove andare e come fare per pubblicarlo, perchè dovrebbe esserci in questo "coso" di nome blog un "coso" di nome plugin che gestisce i commenti, un "coso" di nome editor che formatta i post e vari ammenicoli tecnologici dei quali andavo pazza e di cui non ricordo più le password.
Pazienza, aspetterà ancora.

BLOG PENNA CAL... Posta Titolo del post. Pubblica Salva Anteprima Esci
Già...ci vuole un titolo del post.
Posto.

Reazioni:

4 Commenti:

Ciao, e' da molto tempo che sono nelle tue stesse condizioni, posto si e no una volta al mese, senza che ci sia la voglia vera di farlo, solo per non abbandonare l'abitudine di frequentare qualcuno (pochi) che meritano in questo mondo virtuale. Eppure torna a momenti alterni, come fossi legato da una catena invisibile, la voglia di buttare giu' qualcosa, purche' sia fatta in modo decente, purche' soddisfi se stesso a prescindere che venga letto o no. Ciao Ross, buon proseguimento. Kiss, Renato.

 Ciao Renato :-)
Io penso che tutto quanto è accaduto su Libero abbia portato con sè un carico di delusione e di disgusto che andava digerito e, per me la cosa è stata oltremodo accentuata in relazione alla "posizione" che avevo in quel portale, con una molteplicità di rapporti dei quali sentivo ancora l'ombra sgradevole addosso. Era necessario fermarmi. Senonchè,  quando ci si ferma così a lungo come ho fatto io diventa poi difficile, sul piano della volontà, ricominciare, trovando nuovamente uno spazio nella propria vita anche per il blog. Vedremo se troverò quello spazio...
Kiss anche a te ;-)

ehilà, bentornata, era anche ora!

Vedo che ad onta delle tue previsioni pessimistiche, hai già scoperto come si pubblica un commento.

C'è poco da fare: una volta che impari ad andare in bicicletta, anche se ci rimonti dopo vent'anni è come se non avessi mai smesso.

Ne è prova il fatto che hai usato un termine che mi ha fatto subito pensare: - « ma che roba l'è el plugin? » - con conseguente ricerca di spiegazione su sanGoogle.

Per tutto il resto, penso che sia la miglior cosa da fare. Scrivere qualsiasi cosa ti venga in mente, senza che debba avere un senso o un riferimento a post passati o futuri.

Del resto, le mie migliori "invenzioni!" altro non sono state che folgorazioni.

Quanto al rendere noto il post, se non c'è una necessità, non vi è niente di più bello che l'andarlo a cercare.


Commenti? Possibilmente pochi, concisi e  soprattutto in argomento col post, del tipo:
"Sono passato per caso per augurarti la buonanotte... clikka"

 Ad onta delle tue logiche conclusioni, in realtà non ho scoperto come si pubblicano i commenti, semplicemente quando avevo smesso di scrivere non avevo inserito la moderazione e non ricordavo neanche quello. Comunque quegli ammenicoli tecnologici di cui andavo pazza evidentemente continuano a piacermi se è vero che sto pensando di sostituire il plugin dei commenti di disqus con quello di facebook. Ovvio..devo prima ricordarmi la password di disqus e poi capire come diavolo funziona questo blog! :-D

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Share

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More